Installation views

Images

Press release

TANJA ROSCIC
Black Kisses
28 March - 3 May

We are pleased to announce a new solo exhibition by Tanja Roscic, artist of Croatian-Albanian origin, born in Zürich in 1980.

In an intuitive way Tanja Roscic deconstructs the imagery of the present in order to analyze it and create a new world of images. With her sculptures, drawings, collages and installations, she investigates strategies of individual and collective identity. Her collages often show masks created cutting out faces and figures from magazines, which are then layered, reworked, transformed into new auratic presences.

Roscic makes use of an aesthetic charged with glamour, occult references and the culture of protest - yet at the same time, her works keep their enigmatic, abstract character intact

Tanja Roscic is especially interested in the symbolism of the human figure, expressed in the representation of young women, whose features are transformed by overlays, omissions and fragmentations. These images found in the works on paper, composed of images taken from the media and abstract elements of color, reveal their quality not only through their tactile aspects, but also through an introverted emotional focus. The sculptures and installations make use of real and sometimes transformed pieces of furniture, presented as an expansion of the physical and mental sphere.

Roscic’s works communicate force as well as sensitivity, and often refer to alchemical symbols, reflecting the concept of transformation from one material to another. Yet in spite of their symbolism and the ironic reflections about the media, the works remain reserved, delicate.

Over the last years Roscic has had solo shows at the Neue Kunstverein in Wien, at the Kunstraum München in Germany and the Modern Institute of Zurich; she has taken part in many group shows in Switzerland and Germany. In 2009 she was awarded a residency in New York.

TANJA ROSCIC
Black Kisses
28 marzo - 3 maggio

Siamo felici di annunciare la mostra personale di Tanja Roscic, artista di origine croato-albanese nata a Zurigo nel 1980.

Tanja Roscic appartiene ad una nuova generazione di artisti che, con uno scalpello guidato dall’intuizione, decostruiscono l’iconografia del presente, per analizzarla e al contempo creare un nuovo mondo di immagini. Con le sue sculture, installazioni, disegni e collages interroga le strategie di formazione dell’identità sia singola che collettiva. I suoi collages spesso mostrano maschere ricavate ritagliando volti e figure da riviste, che vengono poi stratificate, rielaborate, trasformate in nuove presenze auratiche e misteriose.

In questo contesto, le opere di Roscic mostrano un forte e ironico confronto fra il “soggetto” e lo spettatore. I suoi lavori evocano mondi mistici e surreali, che ruotano intorno ai temi del divenire, della metamorfosi e della transitorietà.

L’artista si rifà ad un’estetica carica di glamour, occultismo e cultura di protesta; al tempo stesso però le sue opere mantengono tutto il loro carattere enigmatico ed astratto.

L’interesse di Tanja Roscic è rivolto in special modo al simbolismo della figura umana, che si esprime nella rappresentazione di giovani donne, i cui ritratti vengono trasformati da sovrapposizioni, omissioni e frammentazioni. Queste immagini presenti nelle opere su carta, che possono essere composte da modelli ripresi dai media ed elementi astratti di colore, rivelano la loro qualità non solo nella loro tattilità, ma anche attraverso una introversa emozionalità.  Lo stesso accade nelle sculture, che proseguono il gioco con maschere e figure simili a bambole ed interpretano il tema della rappresentazione attraverso la forma astratta del cappello come espansione della sfera fisica e mentale.

Le sue opere, che trasmettono forza ed al tempo stesso una sensibilità ed un’emotività introversa, spesso si rifanno a  simboli alchemici, basandosi sul concetto di trasformazione da una materia in un’altra.

Nonostante il simbolismo, e la riflessione sui media  consapevole ed ironica, le opere di Tanja Roscic rimangono riservate e delicate. Tanja Roscic rientra così in una generazione di giovani artisti capaci di riflettere su stati mentali e fisici con sottigliezza e attualità tanto nel gesto artistico quanto nell’uso dei materiali.

Negli ultimi anni l’artista ha avuto mostre personali presso il Neuer Kunstverein di Vienna, il Kunstraum München in Germania ed il Modern Institute di Zurigo; ha inoltre partecipato a numerose mostre collettive in Svizzera e in Germania. Nel 2009 ha vinto un residency a New York.

Texts

Tanja Roscic