Press release

PEOPLE
15 Giugno - 24 Settembre 1995

Mercoledí 14 giugno 1995, ore 18, presso Monica De Cardenas, in via Viganó 4 a Milano si inaugura la mostra collettiva dal titolo PEOPLE con Stephan Balkenhol, Marlène Dumas, Thomas Ruff, Thomas Struth e Christopher Williams. (Orario: dal martedí al venerdí ore 15-19. Fino al 24 settembre. Agosto chiuso.)

PEOPLE è una mostra dedicata alla rappresentazione della figura umana, e in particolare del volto, nell'arte contemporanea più recente. Riunisce cinque artisti molto diversi tra loro che affrontano in modo innovativo il tema della raffigurazione nel contesto della cultura contemporanea.

Balkenhol, Dumas e Ruff sono presenti alla XLVI Biennale di Venezia, dedicata al tema di "Identità e Alterità".

Le figure dello scultore tedesco Stephan Balkenhol, nato a Fritzlar/Hessen nel 1957, sono scolpite da un unico tronco di legno e dipinte. Nonostante la manualità del processo creativo, le figure non hanno niente di eroico o di espressionista, sottolineando, piuttosto, la "normalità": rappresentano l'uomo qualunque del XX secolo, nei suoi abiti di serie e nei suoi atteggiamenti abituali, senza per questo sminuirlo. Più che ritratti specifici esse rappresentano “l'uomo” nella sua essenza e il mistero di una interiorità che rimane insondabile.

I ritratti della pittrice Marlène Dumas, nata a Città del Capo in Sud Africa nel 1953 e residente in Olanda dal 1976, rappresentano intensamente visi di donne e umini colti nella conflittualità delle tensioni sociali, esistenziali o religiose, con un'intima partecipazione ricca di sfumature, di poesia e persino di humour. Quest'anno Marlène Dumas rappresenta l'Olanda alla Biennale di Venezia e contemporaneamente espone al Castello di Rivoli insieme a Francis Bacon.

L'artista fotografo tedesco Thomas Ruff, nato a Zell am Hamersbach nel 1958, realizza ritratti fotografici di grande formato dei volti di amici coetanei. Le modalità della ripresa sono sempre uguali ed estremamente neutre: il soggetto viene ripreso frontalmente, a mezzobusto, contro un fondale bianco. La fotografia mostra scrupolosamente ogni dettaglio della pelle del viso, di labbra, occhi, naso e capelli; rivelando, tuttavia, poco o niente della personalità del soggetto. I ritratti di Ruff registrano una contraddizione insita nella nostra cultura: da un lato il progresso tecnico e scentifico ci permettonodi studiare e conoscere sempre meglio la morfologia dei corpi, dall'altro rappresentare la personlità è divenuto sempre più problematico. Quest'anno Thomas Ruff espone nel padiglione della Germania allla Biennale di Venezia.

I ritratti fotografici di Thomas Struth, nato a Geldern in Germania nel 1957, rappresentano, invece, soprattutto nuclei familiari con i quali l'artista ha instaurato un intenso rapporto di conoscenza. L'intento è quello di spingere al massimo le potenzialità della fotografia inducendola a raccontare le

relazioni tra le persone, a coglierne personalità, abitudini e vissuti individuali.

L'artista fotografo americano Christopher Williams, nato a Los Angeles nel 1956, riflette sulle implicazioni dei diversi generi fotografici con immagini estremamente precise e tecnicamente perfette. Nella mostra PEOPLE presenta un'opera composta da quattro immagini di una fotomodella giapponese, ripresa da un punto di vista diverso rispetto a quello del fotografo di moda e stampate in dye transfer.