Installation views

Images

Press release

GIANLUCA DI PASQUALE
24 February - 30 April

We are pleased to announce an exhibition of recent paintings by Gianluca Di Pasquale.

In these latest works the female figure becomes the main actor of the scene. But these mysterious women are shown from behind, making it impossible to ascertain their identity. We thus find ourselves observing a series of backs of women wearing garments with floral or abstract motifs. The further we delve into these intricate textures, the more we find ourselves immersed in an unknown, abstract pictorial landscape.

"To me the women in these portraits are much freer to express themselves, due to the impossibility to control a part of the body that remains unknown to them. These portraits seem to be able to capture a more intimate psychology of their subjects, displaying them without defenses, without filters. Their clothes become landscapes, the decorations mantras or prayers that frame their essence as women" says Gianluca Di Pasquale.

Immaculate white returns as a characteristic feature of Di Pasquale's compositions, ready to host the female bodies and floral elements in an absolute, delicate space. This operation itself becomes painting. The white canvas is transformed into the scenario in which the figures orbit, captured in the banality of everyday gestures, seemingly intent upon a sort of cosmic soliloquy. At the same time, as often in Di Pasquale's paintings, it's the persons who create the space, and even the landscape.

Nearly always starting with a photographic image, Di Pasquale effects a sort of subtraction of the scenario that surrounds his subject. With light yet precise brushstrokes he gives the image the musical quality and lightness of an almost oriental composition. His painting is a voyage taken by standing still and observing.

Gianluca Di Pasquale was born in Rome in 1971. He lives and works in Milan.

GIANLUCA DI PASQUALE
24 Febbraio - 30 Aprile

Siamo felici di annunciare una mostra di opere recenti di Gianluca Di Pasquale.

Negli ultimi lavori la figura femminile è protagonista della tela. Queste misteriose donne vengono rappresentate di schiena, impedendo allo spettatore di indovinare l'identità del soggetto. Ci troviamo cosí a contemplare una serie di spalle femminili che indossano indumenti con motivi floreali o astratti, e più ci addentriamo con lo sguardo in queste intricate textures e più ci troviamo immersi in uno sconosciuto e astratto paesaggio pittorico.

"Ci sono due cose al mondo che mi commuovono: sono la semplicità e la poesia, che in fondo sono la stessa cosa; la semplicità di un cielo visto attraverso degli alberi in controluce o di una donna di spalle, come in questa serie di lavori, dove il ritratto ha un punto di vista completamente ribaltato, ma allo stesso tempo più efficace. Le donne di questi ritratti sono più libere di esprimere se stesse perchè sono nell'impossibilità di controllare una parte del corpo a loro sconosciuta. In fondo i ritratti sembrano riuscire a cogliere la loro psicologia più intima cogliendole indifese senza filtri; le posizioni che assumono già di per se raccontano molto della psicologia più profonda. I loro vestiti diventano dei paesaggi e le decorazioni diventano dei mantra o delle preghiere che fanno da cornice al loro essere donna" dice l'artista.

Il bianco immacolato torna ad essere elemento caratterizzante delle sue composizioni pittoriche, pronto a raccogliere i corpi femminili ed elementi floreali in uno spazio assoluto e delicato. Quest' operazione diventa essa stessa pittura. La tela bianca si trasforma nello scenario dove orbitano i personaggi che, colti nella banalità dei loro gesti quotidiani, sembrano intenti in una sorta di soliloquio cosmico e allo stesso tempo sono le persone che creano lo spazio.

Partendo quasi sempre da un'immagine fotografica Di Pasquale attua una sorta di sottrazione dello scenario che circonda il suo soggetto. Con pennellate accennate e al contempo precise conferisce all'immagine la musicalità e la leggerezza di una composizione quasi orientale. La sua pittura è un viaggio che si compie stando fermi ad osservare.

Gianluca Di Pasquale è nato a Roma nel 1971. Vive e lavora a Milano.

Texts

Gianluca Di Pasquale