Press release

GABRIEL OROZCO
15 Marzo - 12 Maggio 1995

Mercoledí 15 marzo 1995 presso Monica De Cardenas, in Via Viganó 4 a Milano

si inaugura la mostra personale di Gabriel Orozco. (Orario visite: da martedí a venerdí ore 15-19 e sabato su appuntamento. Fino al 12 maggio 1995)

Il lavoro di Gabriel Orozco scaturisce direttamente dall' incontro con la realtà che lo circonda e si compone di interventi che trasformano sottilmente oggetti e situazioni comuni, sottolineando in modo intenso e sorprendente aspetti cruciali della vita nella tarda età industriale. Le opere si dividono in due categorie: da un lato le sculture vere e proprie e dall' altro fotografie che documentano interventi effimeri, ottenuti per esempio spostando i prodotti negli scaffali del supermercato

o detriti ed oggetti per strada. Come gli artisti della Land Art, Orozco lavora direttamente nell' ambiente, ma non nella natura selvaggia, bensí nelle metropoli

e nelle campagne comunque contaminate, utilizzando i materiali e relitti dell'onnipresente produzione industriale.

Nel corso degli ultimi anni Orozco si é imposto all' attenzione internazionale con alcune soluzioni sculturali estremamente innovative, create durante i suoi sopralluoghi in diversi paesi. Nel 1993, in occasione della sua mostra al Museum of Modern Art di New York, ha chiesto agli inquilini del grattacielo di fronte al museo di posare un' arancia su ogni davanzale, ottenendo cosí un'opera corale esterna al museo, ma visibile dall'interno. Sempre nel 1993, durante un soggiorno di due mesi a Parigi conclusosi con una mostra alla galleria Crousel-Robelin, ha tagliato per il lungo una Citroen DS, ha sottratto una fetta centrale larga 60 cm e ha poi riunito le due parti, ottenendo cosí una monoposto affusolatissima. Grazie a questo piccolo intervento la linea già aerodinamica della "DS", simbolo di modernità e velocità alla francese negli anni '50, viene accentuata in modo parossistico, fino a farla assomigliare ad un missile.

Seguendo un procedimento analogo Gabriel Orozco ha creato tutte le opere per la sua mostra milanese durante un soggiorno di due mesi a Milano, e presenterà quindi sculture e opere fotografiche ispirate direttamente alla città.

Nato a Jalapa in Messico nel 1962, Gabriel Orozco vive e lavora tra New York e Città del Messico. Ha esposto nel 1993 alla Kanaal Art Foundation di Kotrjik in Belgio, al Museum of Modern Art di New York ed alla Galerie Crousel-Robelin di Parigi; nel 1994 da Marian Goodman a New York ed al Museum of Contemporary Art di Chicago. Ha partecipato inoltre ad importanti collettive quali Aperto '93 alla Biennale di Venezia, The Epic and the Everyday alla Hayward Gallery di Londra,

Watt al museo Witte de With di Rotterdam e Cocido y Crudo al Centro de Arte Reina Sofia di Madrid nel 1994.